Il mio viso

riflesso nello specchio
è il passato

Informazioni personali

mercoledì 18 marzo 2009

un po' in ritardo...




in effetti "l'avvenimento" è stato un po' di tempo fa, ma ho trovato una foto dove ci sono io e dal momento che mi entusiasma molto questa cosa, ho pensato di condividerlo ...con chi gentilmente mi viene a leggere e tanto per stare in tema voglio aggiungere una poesia, che le più "vecchie" avranno studiato e che rende bene questa Torino (anche se io non sono torinese)

La torino di guido gozzano

Come una stampa antica bavarese

vedo al tramonto il cielo subalpino

Da Palazzo Madama al Valentino

ardono l’Alpi fra le nubi accese

E questa l’ora antica torinese,

è questa l’ora vera di Torino……..

Un po’ vecchiotta, provinciale, fresca

tuttavia d’un bel garbo parigino,

in te ritrovo me stesso bambino,

ritrovo la mia grazia fanciullesca

e mi sei cara come la fantesca

che m’ha veduto nascere, o Torino…

la metà di me stesso in te rimane

e mi ritrovo ad ogni mio ritorno.

A te ritorno quando mi rabbuia

Il cuor deluso da mondani fasti.

Tu mi consoli, tu che mi foggiasti

Quest’anima borghese e chiara e buia

dove ride e singhiozza il tuo Gianduia

che teme gli orizzonti troppo vasti

Evviva i bôgianen Sì, dici bene,

o mio savio Gianduia ridarello!

Buona è la vita senza foga, bello

goder di cose piccole e serene

A lè questiôn d’ nen piessla.Dici bene


1 commento:

  1. Che bella! E sono d'accordo sulla luce al tramonto.

    RispondiElimina

coccole...