Sabbia bianca

lavoro del mare
nei secoli

Informazioni personali

venerdì 21 marzo 2014

Giornata della poesia

Dal 1999 l'UNESCO ha istituito per il 21 marzo la giornta della poesia







tratto dal discorso all'UNESCO:

"... Come espressione profonda dello spirito umano, come arte universale, la poesia è uno strumento di dialogo e riconciliazione. Poiché dà l’accesso all’espressione autentica di una lingua, la diffusione della poesia aiuta al dialogo tra le culture e alla comprensione reciproca. Lo vediamo nel fervore della gente volto a celebrare il patrimonio culturale immateriale, le lingue indigene e la diversità culturale, dove la poesia svolge un ruolo importante. Questo è il motivo per cui l’UNESCO incoraggia a sostenere gli autori, i traduttori, gli artigiani della poesia di modo che si possa trarre dalle loro opere il gusto della bellezza e ispirazione per la pace."


Quindi posto una poesia mia...una poesia forse non molto in tema, ditanti anni fa

Nella penombra 
della camera
due sospiri verso il soffitto...

Un musetto imbronciato,
la fronte aggrottata
e la bocca corrucciata.

Un viso dolce e disteso,
un lieve sorriso e
un'ombra di ciglia sulla gota.

Sogni di mare,
di corse felici,
di volteggi sui prati,
di voli in punta di piedi.

E tu, cosa rincorri?
Non so immaginare il tuo sogno,
ma forse...
... è la mamma lontana,
la mamma che non è mai tutta per te,
la mamma, che hai scoperto :
non è una parte di te!

Ma nella penombra
il musetto si rilassa
e il sospiro che sale al soffitto
 sa di un traguardo raggiunto,
la mamma forse è arrivata dentro di te!

5 commenti:

  1. Cara Adriana, lo sai che è molto bella la tua vecchia poesia, devo vera,mente farti i compolimenti!!!
    Buon fine settimana cara amica, un abbraccio forte.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. ciao Adriana non sara in tema con il ventun marzo però e bellissima
    un abbraccio e buon week end

    RispondiElimina
  3. Davvero molto bella e intensa.
    Grazie per tutto!
    Xavier

    RispondiElimina
  4. in libreria abbiamo regalato un segnalibro! Ti aspetto da me. E' da un po' che non passi più.

    RispondiElimina

coccole