Sabbia bianca

lavoro del mare
nei secoli

Informazioni personali

venerdì 4 luglio 2014

Omaggio a Giorgio Faletti ... Minchia Signor Tenente


 

Solo un ricordo ...per un personaggio che ho molto apprezzato in tutte le sue sfacettature, come comico (che ho apprezzato sin dal tempo del Drive In con l'indimenticabile Vito Catozzo), come attore, come scrittore (ho letto tutti i suoi libri) e come pittore (che sto scoprendo solo ora)...

  



Addio.

4 commenti:

  1. Mi dispiace molto, cara Adriana.

    RispondiElimina
  2. Piaceva molto anche a me. Buon w.e. Adriana.

    RispondiElimina
  3. Mi piaceva molto, già prima del Drive in.
    In una tv privata, con un Teocoli giovanissimo e un certo "ossario", faceva la suora ed era uno spasso.
    Era un artista poliedrico e riusciva benissimo in ogni cosa intraprendesse.
    Due o tre anni fa l'avevo visto ad Asti, in Pizzeria: lo guardavamo tutti con affetto, ma nessuno si è alzato per salutarlo: siamo piemontesi doc e non ci va di disturbare.
    Ci sembrava così strano che un astigiano fosse diventato così famoso!
    Peccato, troppo giovane.

    RispondiElimina
  4. Mi è dispiaciuto molto apprendere la notizia, Giorgio Faletti mi è piaciuto come comico, cantante e scrittore.
    Non sapevo che si intendesse anche d'arte!

    Ciao, buon fine settimana

    RispondiElimina

coccole