Sabbia bianca

lavoro del mare
nei secoli

Informazioni personali

lunedì 26 dicembre 2011

è appena finito Natale e...

avete notato? già si fanno gli auguri per Capodanno, si parla del prossimo anno (non bastasse com'è andato questo). Natale è già dimenticato, è passato, bene o male, è un ricordo.
Proprio per questo mi è venuta una curiosità, più che altro un'ignoranza : ma i mussulmani hanno una festa simile e quando?

In questo caso l'web mi ha soccorso e principalmente http://it.wikipedia.org/wiki/Muharram

Muharram arabo: محرم, muḥarram è il primo mese del calendario islamico. È uno dei quattro mesi sacri dell'anno. Il suo nome è connesso con la parola ḥaram che significa "proibito per motivi religiosi; tabù" (la stessa radice che si ritrova nella parola harem), e difatti in questo mese era considerato tabù fare la guerra, e spesso si rinunciava a combattere per rispetto dell'Islam. Dal momento che il calendario islamico è rigidamente lunare, il mese di muharram non ha una posizione fissa rispetto al calendario gregoriano.
Il primo giorno di muharram è il capodanno islamico. La festività di muharram è particolarmente sentita nel mondo sciita, che commemora la battaglia di Kerbala, nel corso della quale cadde il figlio di Alì, Husayn ibn Ali. Tale commemorazione raggiunge il suo apice il 10 del mese, giorno della cashura.

Il resto lo potete leggere nell'articolo.
Tra l'altro oltre ad essere un mese di penitenza, digiuno e dolore, il giorno della "ashura"è già stato il 6 dicembre, quindi i devoti hanno già iniziato il 2012 che però per loro è la data gregoriana del 15 settembre 2572.
Questo mese è uno di quelli sacri, ma non è quello del Ramadan , come erroneamente credevo, ma è il mese lunare.


4 commenti:

  1. Già che ci sono vengo anche qui (lol).
    Bellissimo post e sorprendente per una italiana. Qui in Francia è pieno di arabi e quindi queste cose si sanno da tempo.
    Forse i nostri governanti avrebbero dovuto dirlo anche ad El Assad, in Siria, che era tempo di pace e non di soppressione crudele dei contestatori. Un amichevole abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Grazie della visita e dei commenti. In effetti la Francia è molto più multi-etnica dell'Italia , ma forse in un modo più ordinato.

    RispondiElimina
  3. Grazie della visita e dei commenti. In effetti la Francia è molto più multi-etnica dell'Italia , ma forse in un modo più ordinato.

    RispondiElimina
  4. Mi rifaccio ad @Elio per confermare che in Italia c'è ancora molta ignoranza sull'Islam. Qui è ancora sinonimo di arretratezza e terrorismo.

    RispondiElimina

coccole