Il mio viso

riflesso nello specchio
è il passato

Informazioni personali

giovedì 26 aprile 2012

Luigi Tenco
Un giorno dopo l'altro
il tempo se ne va
le strade sempre uguali,
le stesse case.
Un giorno dopo l'altro
e tutto e' come prima
un passo dopo l'altro,
la stessa vita.
E gli occhi intorno cercano
quell'avvenire che avevano sognato
ma i sogni sono ancora sogni
e l'avvenire e' ormai quasi passato.
Un giorno dopo l'altro
la vita se ne va
domani sarà un giorno uguale a ieri.
La nave ha già lasciato il porto
e dalla riva sembra un punto lontano
qualcuno anche questa sera
torna deluso a casa piano piano.
Un giorno dopo l'altro
la vita se ne va
e la speranza ormai e' un'abitudine.

oggi è un giorno in cui il dolore monta dentro come una marea, si alza e si allarga che pare di scoppiare, il desiderio di rompere quella diga e di poter far defluire tutto il disagio, ma non si può, anche se questa volta è un dolore ben motivato, non il malessere della depressione, è un ben definito pensiero.
Ma come si fa a liberarsene? Parlarne con altri ? Con chi? e poi serve davvero qualche parola di circostanza, qualche incoraggiamento, qualche pensiero positivo? Non serve neppure il pianto a scaricare il dolore, forse un abbraccio, ma da chi?

6 commenti:

  1. Se non bastano partner, parenti, amici, può essere che possa aiutarti qualcuno che lo sa fare per professione. Provare non costa niente, se si va al consultorio. Alla peggio farai una chiacchierata.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. già fatto, ma questa volta è un motivo ben preciso .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non fa differenza, credo. Miracoli non ne fa nessuno, ma forse un piccolo aiuto ad elaborare il problema potrebbero darlo.

      Elimina
  3. Il dolore resterà sempre nel nostro cuore...la speranza ci deve aiutare a guardare oltre
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Ciao Adriana,
    anche se sono un perfetto sconosciuto, mi "permetto" (e stavolta il verbo è veramente d'obbligo) di abbracciarti virtualmente io, per ringraziarti del garbo con cui hai commentato il mio video.
    In certi casi, le parole di circostanza servono a ben poco, ma sappi che ti sono idealmente vicino.
    Un caloroso saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie di queste parole, anche se un perfetto sconosciuto hai capacità di partecipazione e in questo momento mi fa molto bene sentire vicine persone anche se virtualmente

      Elimina

coccole