Il mio viso

riflesso nello specchio
è il passato

Informazioni personali

martedì 31 gennaio 2012

Mentre guardavo

fuori dalla finestra scendere piano piano la neve, mi rigirava nella testa un breve verso, potenza dell'web...l'ho trovata! Una vecchia filastrocca delle elementari, chissà di chi, l'autore non l'ho trovato, ma la posto qui:

in effetti fuori sui miei fiori zampettava un uccellino

E' arrivata la neve

Giù dal cielo grigio grigio
zitta zitta
lieve lieve
lenta lenta
bianca bianca
sulla terra vien la neve;
mille bianche farfalline
fanno il manto
alle colline,
mille candide farfalle
fanno ai campi
un bianco scialle.
Mille fiocchi immacolati
danno ai monti,
ai boschi, ai prati,
alle strade,
ai tetti, al suolo
un bellissimo lenzuolo.
I bambini guardan fuori
e non aprono più bocca
e la neve lenta lenta
scende scende
fiocca fiocca.

Un po' di quadri:
Van Gogh, l'ho visto alla mostra appunto "gli Impressionisti e la neve", direi bruttino anche se è il mio pittore favorito, ed era pure stato relegato in un angolino dietro una porta, per cui tutti chiedevano : ma c'era? dove?
A questo, ancora orrido, era stata data una stanza completa...Munch
Renoir



6 commenti:

  1. Uno splendido post innevato direi :)
    Bella la foto dell'uccellino, e anche la filastrocca!
    Sto cercando di scrivere dal c dei miei.. in qualche modo ci sono!;)
    A presto...Sibilla

    RispondiElimina
  2. Cara Adriana a parte i disagi che la neve porta con se è molto bello vedere tutto imbiancato i paesaggi diventano come una favola.
    Buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Stupenda la filastrocca, la racconterò a mia nipote stasera!! una serena giornata per Te

    RispondiElimina
  4. Bella la filastrocca che non conosco e quindi ancora meno posso sapere di chi sia. Tra i quadri preferisco il Manet, ma, anche se non mi piace Munch, vorrei avere il suo "Urlo" per metterlo subito all'asta. Un caro saluto.

    RispondiElimina
  5. Potere delle immagini che fanno affiorare alla nostra mente ciò che si trova nell'inconscio.
    Baci
    Rosa

    RispondiElimina
  6. La poesia è bellissima,mi ha riportato indietro nel tempo,quando da piccola non aspettavo altro che la neve,e me la gustavo affacciata alla finestra....
    un abbraccio katia

    RispondiElimina

coccole