Il mio viso

riflesso nello specchio
è il passato

Informazioni personali

giovedì 7 novembre 2013

Indovina-libro ? No...

stavolta indovina-sonetto...


Il mio occhio si è fatto pittore ed ha fissato
la tua bella immagine sul quadro del mio cuore,
il mio corpo è la cornice che stretto lo racchiude
e se ben l'osservi, nessun pittor gli è pari.
Solo attraverso l'occhio devi vederne l'arte
per scoprir ove sia dipinta la tua vera immagine,
sempre appesa nello studio del mio petto
che per vetri alle finestre ha gli occhi tuoi.
Ora sai quale aiuto si son dati i nostri occhi:
i miei han disegnato il tuo ritratto e i tuoi per me
sono finestre al petto mio, laddove il sole
si diletta ad occhieggiare per ammirare te:
ma agli occhi manca l'anima per nobilitare l'arte,
tracciano quel che vedono, ignari son del cuore.







...non fatevi confondere dal quadro!!

6 commenti:

  1. Buon giorno Adriana,
    Il mio grande difetto e sempre stato quello di leggere poco
    e non posso darti una risposta, ma mi complimento con te per la bellissima idea
    e ti auguro una lieta giornata ciaoo!!

    Tiziano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi fa molto piacere la tua visita, la voglia di leggere viene...appunto leggendo!
      un bel fine settimana

      Elimina
  2. ciao Adry, non lo dico per gli altri, altrimenti perde lo scopo, bellissimo sonetto, d'amore, ciao baci rosa a presto buon week end

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie della tua presenza mi fa molto piacere

      Elimina
  3. Cara Adrian, questo è il sonetto numero XXIV dei Sonetti di William Shakespeare. Hai letto tutti gli altri? Io sì, sono bellissimi.
    Buon fine settimana, un abbraccio
    Xavier

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutti molto belli, ma questo mi ha colpito particolarmente
      buon fine settimana anche a te

      Elimina

coccole...