Il mio viso

riflesso nello specchio
è il passato

Informazioni personali

giovedì 11 ottobre 2012

Il mio quartiere...continua

La macelleria di zona è da generazioni fornitrice di super-carni fassone, tipica carne piemontese doc, ma anche lei sta subendo la supremazia di una simil macelleria "romanesca" cioè romena.



La vetrina è più o meno così, salami e wurstel di un rosso che più non si può , costolette e altri alimenti (non ben definibili) che spandono odori non propriamente appetitosi, anzi a volte addirittura stomachevoli.
Penultimo arrivo...il negozio che faceva chiavi ha chiuso e sul vetro del piccolo locale scuro come un'antro di una strega, sono apparsi dei fogli incollati in un idioma non capibile...poi è apparsa l'insegna, che non ha migliorato le cose, ma ha un'aggiunta in italiano "ingrosso", effettivamente il piccolo locale è stracolmo di sacchi di riso che si intravedono dai vetri (poco puliti) e da un via vai di ragazzi che trasportano su delle carriole i sacchi per caricarli su furgoni.
in questo caso significa vendita, ma di una casa


Ma questa mattina...un'altra sorpresa, uno dei bar, il più vecchio a gestione famigliare da anni e anni ha cambiato proprietario...romeno che sta installando anche le slot machine.
 Il mondo va avanti, ma forse preferivo rimanere indietro.
Certamente poco importerà ai più, ma io mi accorgo di invecchiare anche da questo, eppure ho sempre amato le novità, mi sono sempre tenuta al passo con i tempi, ho una visione aperta ed elastica della vita,
ma ....

5 commenti:

  1. Come ti capisco...
    Da concittadino, anch'io sto notando che rumeni e cinesi piano piano stanno prendendo piede, e come te vedo che il loro modo di "commerciare" è molto, molto diverso da quello a cui siamo abituati.
    Legati alle tradizioni? Anche, ma per il bene comune...
    Ciao, buona serata.

    RispondiElimina
  2. Ciao Adriana sono daccordo con te ma io non entrerò mai in una di quelle macellerie come non entrerò mai in un ristorante cinese.
    buona serata.

    RispondiElimina
  3. Non è un fatto di invecchiamento, penso sia piuttosto che non ci si riconosce più in questa realtà...E' troppo lontana da noi, dalle nostre tradizioni. Dovremmo non perdere del tutto le nostre radici!

    RispondiElimina
  4. Non è questione di invecchiamento.. Io ho quasi 28 anni e vedo benissimo la differenza tra adesso e 15 anni fa. Sinceramente mi sembra che i cinesi ci stiano un po' cacciando di casa. Anche qui da me è la stessa cosa. Un bar storico della mia città ora l'hanno preso loro così come molti negozi... Per fortuna la mia macelleria non è come quella che hai descritto tu!

    RispondiElimina
  5. Mi fa piacere di non essere la sola a vedere in questo modo il mondo multi-etnico a cui stiamo andando incontro.
    Io credo che le tradizioni dovremmo tenercele strette perchè in fondo gli stranieri di queste attività le loro tradizioni le hanno trapiantate qui, infatti nei loro negozi c'è l'atmosfera dei loro paesi.

    RispondiElimina

coccole