Sabbia bianca

lavoro del mare
nei secoli

Informazioni personali

sabato 15 ottobre 2011

Nutella : 2° parte


DON QUJOTE CONTRO EL MULINO BLANCO.  ( Riccardo Cassini)

Don Qujote amaba Dulcinea. Dulcinea , como el nombre stesso dice, era fatta al cincuanta per ciento da azucar, sette por ciento cacao, doce per ciento nocholas e todo el rimaniente...de lecitina de soia y aromas naturales, cose que nessuno sabe cosa sono ma ci stanno siempre siempre en todos les alimentos do mundo, que se tu habia un aeroplan de aiudos umanitarios nel terzo mundo,no te converia mandar farina, nooo, o de mandar azucar, nooo, o de mandar frumiento, nooo, tu manda un aeroplan de lecitina de soia e così a qui le gusta la ciocolad, se magna un poco de lecitina de soia, a qui le gusta el tonno se magna piro lui un poco de lecitina de soia, a qui le gustael salam se magna puro lui un poco de lecitina de soia e todos sono contientos!
El vero nombre de Dulcinea era "Dulcinea Ferrero del Bueno Sabor de la Crema de Nocholas que Las Spalmas su lo Sfilatino col Cucchiaino", meglio conocida en todo el mundo como Nutella Ferrero.
Don Quiote l'habia conocida en un grande magazino, Las Standas, ma quando estaba per farla sua, un Rey muy muy malvajo, muy muy cattivo e discretamente stronzino, buttò il suo carrillo del supermercato sul carrillo de Don Quijote, fece lo scontrino e rapì Nutella. Esto rey malvajo rapiva todas las Nutellas, ma muchas muchas muchas e se le mangiva todas : el su nombre era Ferdinando de Bubbone y Peticellos Brufolantes . Ma esta vuelta Ferdinando di Bubbone habia fatto la cuenta senza Don Quijote, che era ito afora de vabeza, habia perso la bruecca per Nutella. E così Don Quijote ed el su escudero Sancho partiron por el segreto castillo de Ferinndo de Bubbone , el temudissimo Mulino Blanco., que sorgia en un sito paludoso che ogni tanto nostros heroes "Plum-Cake" mettevano un piede en fallo...
Alla fin de l'avvicienamiento, lo videro : la rueda del Mulino girava lentamiente da innumerevolos spot pubblicitarios con gran giramiento de palas del mulino e de palas de non todos. Don Quijote e Sancho no sabian como far para liberar Nutella che era imprijonada nel refrigerador de la cucina de la Torre segreta del Mulino Blanco, vicino a la prijon de la cagneta que habia partorito sul sedile posteriorde l'automobile de Ferdinando de Bubbone.
Davanti al Mulino c'era un toro de nove metros cubos con due cornettos del Mulino Blanco formato famiglia que se te da una cabezata te riduce un coccio del Mulino Blanco.
Mirado el toro Don Quijote chiede all'escudero : " Sancho habe mai fatto una Corrida?" E Sancho rispose :" No la Corrida me siembra de no.."...............dopo altre avventure Sancho trovò tutti a terra en el refrigerator espalancado con dentro lei : Nutella.
Sancho la prese ed andò a viver con lei ne la Costa del Sol Caliente ed Chocolad Fondiente, mangiò a cuattro palmientos e da quei momientos se chiamò ( e te credo) Sancho Panza. Olè.

5 commenti:

  1. Ciao. La Nutella ha sempre vissuto in casa nostra. Sarà che la producono a 20 km da qui, e mi pare di consumare un prodotto a km. 0. Una cucchiaiata mi riconcilia con il mondo. Ciao...

    RispondiElimina
  2. io invece ero una mamma salutista, come cambiano le visioni delle cose!
    Ma la cioccolata c'era lo stesso anche se non Nutella.

    RispondiElimina
  3. Ciao Adry, se l'ho mangiata due volte è già tanto, malgrado la "quasi" pubblicità fatta da Nanni Moretti in un suo film. Ho sempre preferito la cioccolata amara e guai a chi mi offriva quella al latte.
    Ottimi entrambi i post con il latino e lo spagnolo maccheronici. Il prossimo sarà in tedesco od in francese? Peccato l'allusione alla corrida, ma per fortuna Sancho non ne aveva mai fatte. Non so se te l'ho già detto, ma sono un anticorrida super convinto e purtroppo molti italiani non sanno che si pratica anche nella Francia del sud.
    Buonanotte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuoi dirmi che non hai mai letto "Nutella Nutellæ" di Riccardo Cassini?

      Elimina
  4. @ Elio - acc. abbiamo un motivo di scontro, a me piace molto invece la corrida, ne ho viste sia in Spagna, Portogallo e anche in Camargue. Non che mi piaccia la tortura sugli animali, ma penso sia una forma di folclore come ce ne sono tante che non sono propriamente "buone" ma rappresentano comunque una parte di cultura dei popoli.
    Del resto i rodei non sono molto diversi , a parte il finale, ma è una tortura lo stesso.
    Se non conosci la corrida portoghese penso ti piacerebbe perchè consiste nel fermare un toro in corsa ( fu cambiata proprio da un re-non ricordo il nome- che aveva avuto il figlio toreador ucciso dal toro).
    Ciao

    RispondiElimina

coccole